Diagnosi: IPERIDROSI PALMARE
Intervento: SIMPATICECTOMIA IN CHIRURGIA MINI-INVASIVA

La principale indicazione alla simpaticectomia toracoscopica è l'iperidrosi (sudorazione), per lo più palmare, qualora questa diventi un disturbo socialmente impegnativo e limitante per il paziente.

L'intervento, bilaterale, viene condotto in anestesia generale utilizzando tubi orotracheali doppio lume per garantire alternativamente l'esclusione polmonare.
Attraverso un'incisione cutanea di 5 mm viene introdotta una telecamera collegata a monitor che consente di procedere ad intervento chirurgico sotto visione (Videotoracoscopia). Gli strumenti chirurgici vengono quindi introdotti attraverso un’ulteriore incisione di 3 mm.

L'intervento chirurgico consiste nell'interruzione della catena simpatica ed asportazione di 2-3 gangli (T2-T4) (simpaticectomia). Con questo tipo di procedura il trauma chirurgico è minimo.

Le principali complicanze oltre a quelle connesse all'anestesia generale sono:

  • sindrome di Claude Bernard Horner (miosi, ptosi, esoftalmo per coinvolgimento del ganglio stellato) 0 – 1.9% in letteratura
  • iperidrosi compensatoria con sedi più frequenti addome superiore, regione lombare, interno coscia, cavo popliteo, solo in una percentuale minima dei casi (2-7.5%) l'iperidrosi compensatoria viene riferita di grado severo (limitante per il paziente).

Il grado di soddisfazione (= regressione o netto miglioramento del disturbo) dopo questo tipo di intervento chirurgico da parte dei pazienti è superiore al 90%.

0
0
0
s2sdefault