Diagnosi: VERSAMENTO PLEURICO
Intervento: VIDEOTORACOSCOPIA DIAGNOSTICA

La pleura è una "pellicola" che riveste la superficie interna della parete toracica (pleura parietale) e
la superficie del polmone (pleura viscerale). Lo spazio tra polmone e parete toracica, e quindi tra pleura parietale e viscerale è fisiologicamente virtuale ed occupato da una piccola quantità di liquido che garantisce lo scorrimento delle due superfici con gli atti respiratori.

La videotoracoscopia (VTS) è una procedura chirurgica in anestesia generale, che consente al chirurgo di effettuare interventi sulle strutture intratoraciche con 2 o 3 piccole incisioni cutanee (0.5 – 1 cm) attraverso le quali vengono inserite una telecamera e strumenti chirurgici dedicati.
In caso di versamento pleurico recidivo questa metodica consente:

  • svuotamento del cavo pleurico dal liquido
  • esplorazione del cavo pleurico
  • esecuzione di biopsie pleuriche per esame istologico/indagini microbiologiche per versamenti ad eziologia non nota
  • mobilizzazione del parenchima polmonare in presenza di versamento saccato
  • eventuale "decorticazione" del parenchima polmonare incarcerato per garantirne la riespansione
  • insufflazione di polvere di talco (TALCAGGIO)

Il talco introdotto nel cavo pleurico agisce come agente sclerosante provocando la formazione di aderenze tra i due foglietti pleurici. Questa "pleurodesi" viene utilizzata nel trattamento dei versamenti pleurici recidivi, indipendentemente dall'eziologia (versamenti pleurici maligni a differente primitività, versamenti pleurici idiopatici benigni, versamenti pleurici benigni secondari).

0
0
0
s2sdefault